Bilanciamento redox – Esercizi con soluzione

Il bilanciamento redox si ottiene applicando il metodo presentato nella relativa sezione di Esercizi svolti (link in basso). Gli esercizi redox presenti includono reazioni di dismutazione.

Per svolgere gli esercizi ti consigliamo di consultare la tavola periodica degli elementi.

Definizione di reazione chimica a questo link.

Esercizi svolti sul bilanciamento redox Prima Parte e Seconda Parte.

Esercizi con soluzione (Eserciziario) sul bilanciamento redox in forma ionica a questo link.

 

Eseguire il bilanciamento redox delle seguenti reazioni calcolandone i coefficienti stechiometrici.

1 – Zn + HCl → ZnCl2 + H2

2 – CH4 + O2 → CO2 + H2O

3 – BaCl2 + AgNO3 → AgCl + Ba(NO3)2

4 – HIO4 + Mn(OH)2 → Mn(IO4)2 + H2O

5 – H3AsO3 + Si(OH)4 → Si3(AsO3)4 + H2O

6 – FeCl2 + O2 + H2O → Fe2O3 + HCl

7 – K2Cr2O7 + KI + HNO3 → KNO3 + Cr(NO3)3 + I2 + H2O

8 – K2Cr2O7 + FeSO4 + H2SO4 → Cr2(SO4)3 + Fe2(SO4)3 + K2SO4 + H2O

9 – KMnO4 + FeSO4 + H2SO4 → K2SO4 + MnSO4 + Fe2(SO4)3 + H2O

10 – Ca3(PO4)2 + SiO2 + C → CaSiO3 + P + CO

11 – As2S3 + NaClO3 + H2O → H3AsO4 + S + NaCl

12 – KMnO4 + HCl → MnCl2 + Cl2 + KCl + H2O

13 – K2Cr2O7 + H2O2 + H2SO4 → Cr2(SO4)3+ O2 + K2SO4 + H2O

14 – H3PO3 → H3PO4 + PH3

15 – KClO3 + H2SO4 → K2SO4 + O2 + ClO2 + H2O

16 – P4 + NaOH + H2O → PH3 + NaH2PO2

17 – As2S3 + HNO3 + H2O → H3AsO4 + H2SO4 + NO

18 – CH4S + NH4ClO3 + NH3 → CO2 + (NH4)2SO4 + NH4Cl + H2O

19 – P4O6 + I2 → P2I4 + P4O10

20 – Ca3P2 + H2O → Ca(OH)2 + PH3

21 – H3PO4 + Co(OH)2 → Co3(PO4)2 + H2O

22 – SO2 + H2O → S + H2SO4

 

Soluzioni

1 – Zn + 2HCl → ZnCl2 + H2

2 – CH4 + 2O2 → CO2 + 2H2O

3 – BaCl2 + 2AgNO3 → 2AgCl + Ba(NO3)2

4 – 2HIO4 + Mn(OH)2 → Mn(IO4)2 + 2H2O

5 – 4H3AsO3 + 3Si(OH)4 → Si3(AsO3)4 + 12H2O

6 – 4FeCl2 + O2 + 4H2O → 2Fe2O3 + 8HCl

7 – K2Cr2O7 + 6KI + 14HNO3 → 8KNO3 + 2Cr(NO3)3 + 3I2 + 7H2O

8 – K2Cr2O7 + 6FeSO4 + 7H2SO4 → Cr2(SO4)3 + 3Fe2(SO4)3 + K2SO4 + 7H2O

9 – 2KMnO4 + 10FeSO4 + 8H2SO4 → K2SO4 + 2MnSO4 + 5Fe2(SO4)3 + 8H2O

10 – Ca3(PO4)2 + 3SiO2 + 5C → 3CaSiO3 + 2P + 5CO

11 – 3As2S3 + 5NaClO3 + 9H2O → 6H3AsO4 + 9S + 5NaCl

12 – 2KMnO4 + 16HCl → 2MnCl2 + 5Cl2 + 2KCl + 8H2O

13 – K2Cr2O7 + 3H2O2 + 4H2SO4 → Cr2(SO4)3+ 3O2 + K2SO4 + 7H2O

14 – 4H3PO3 → 3H3PO4 + PH3

15 – 4KClO3 + 2H2SO4 → 2K2SO4 + O2 + 4ClO2 + 2H2O

16 – P4 + 3NaOH + 3H2O → PH3 + 3NaH2PO2

17 – 3As2S3 + 28HNO3 + 4H2O → 6H3AsO4 + 9H2SO4 + 28NO

18 – 3CH4S + 7NH4ClO3 + 6NH3 → 3CO2 + 3(NH4)2SO4 + 7NH4Cl + 3H2O

19 – 5P4O6 + 8I2 → 4P2I4 + 3P4O10

20 – Ca3P2 + 6H2O → 3Ca(OH)2 + 2PH3

21 – 2H3PO4 + 3Co(OH)2 → Co3(PO4)2 + 6H2O

22 – 3SO2 + 2H2O → S + 2H2SO4

 

 

Articoli simili

4 CommentiLascia un commento

  • Utilissima pagina di reazioni redox. Grazie.
    Volevo chiederle che ragionamento devo fare nel bilanciamento di reazioni in cui due specie si ossidano e una si riduce, ad esempio la redox n.17 con solfuto arsenioso e acido nitrico.
    Grazie
    Antonino

    • Ciao Antonino, grazie per il commento.
      Nella redox n.17, come lei ha fatto notare, si ossidano sia lo zolfo che l’arsenico appartenenti ad As2S3, mentre l’azoto in HNO3 si riduce.
      Le conviene ragionare sulla coppia As2S3-HNO3 tra i reagenti, perchè nei prodotti tutti e tre i composti hanno elementi che cambiano il proprio numero di ossidazione (per cui non si può parlare strettamente di “coppia”). Il ragionamento è piuttosto semplice: quando avviene la reazione la coppia As2O3-HNO3 vedrà coinvolti un certo numero di elettroni: esiste un rapporto numerico tra As2S3 e HNO3 che esprime quanti elettroni della prima e della seconda specie entrano in gioco ad ogni reazione. Ora, poichè ad As2O3 appartengono due elementi che si ossidano (As e S), il numero di elettroni totali coinvolto è pari alla somma del numero di elettroni coinvolti di As e S, considerati opportunamente i pedici nella formula chimica. Facendo due conti troverà che As2S3 si ossiderà complessivamente di 28 elettroni: 4 (2×2) derivano dall’ossidazione dell’arsenico, e 24 (3×8) da quella dello zolfo. In HNO3, banalmente, il numero di elettroni totali equivale al numero di elettroni derivati dalla sola riduzione di N (3). A questo punto può incrociare i due numeri che esprimono il rapporto reciproco di As2S3 e N ed otterrà i primi due coefficienti stechiometrici. 3As2S3 + 28HNO3..
      Spero di essere stato abbastanza chiaro. Qualora avesse bisogno di più dettagli non esiti a scrivermi, può trovare l’indirizzo email nella sezione ‘Contattaci’.

Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati da un asterisco.