Formula minima e molecolare – Definizione

Cosa rappresenta una formula chimica? quali sono le differenze tra formula minima e formula molecolare?. Lo spieghiamo nei prossimi paragrafi. Definizione formula minima e molecolare.

Esercizi svolti sulla formula minima e molecolare a questo link.

Esercizi con soluzione (Eserciziario) sulla formula minima e molecolare a questo link.

 

Definizione Formula minima e molecolare

Formula minima: indica quali elementi chimici costituiscono la molecola (o lo ione ecc..) e qual è il rapporto minimo tra essi. Il concetto di rapporto minimo è molto importante: esso esprime la proporzione minima grazie alla quale si legano gli atomi dei vari elementi per formare la molecola (o lo ione).

Esempio di formula minima: HO

L’idrogeno e l’ossigeno hanno rapporto minimo 1:1 (occorrono 1 atomo di H e 1 atomo di O per formare questa molecola).

Esempio di formula minima: CH2O

Il carbonio, l’idrogeno e l’ossigeno hanno rapporto minimo 1:2:1.

Per scrivere correttamente una formula minima bisogna disporre l’elemento meno elettronegativo a sinistra e procedere verso destra aumentando l’elettronegatività di volta in volta. I composti del tipo CHX dove C è il carbonio, H l’idrogeno e X un qualsiasi elemento (generalmente ossigeno, cloro, bromo) fanno eccezione.

La tavola periodica vi da’ informazioni sull’elettronegatività dei singoli elementi chimici.

 

Formula molecolare: indica gli elementi presenti e il numero esatto di atomi di ciascun elemento nella molecola.

Esempio di formula molecolare: H2O2

In questa molecola ci sono esattamente 2 atomi di idrogeno e 2 atomi di ossigeno. Notate che la formula molecolare dell’ultimo esempio è ottenuta moltiplicando i pedici di ossigeno e idrogeno della precedente formula minima (HO) per due.

Qual è la differenza tra formula minima e molecolare? beh! Il perossido d’idrogeno (H2O2) esiste davvero, HO no!

Spesso bisogna moltiplicare la formula minima per un coefficiente, in questo caso per 2, al fine di ottenere una formula molecolare che si riferisca ad una molecola reale. Questo coefficiente può essere trovato con semplici calcoli come mostrato nei nostri esercizi svolti. In altri casi, poi, formula minima e molecolare coincidono: il coefficiente è pari a 1 e nessun calcolo è necessario.

 

 

Articoli simili

Lascia un commento!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati da un asterisco.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti per fornire alcuni servizi. Continuando la navigazione ne consentirai l'utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi